mercoledì 2 dicembre 2015

Aussie Beer

Cari amici ed ascoltatori nonchè santi bevitori........Il primo uso noto del termine India Pale ale fu in un annuncio economico sul Liverpool Mercury pubblicato il 30 gennaio 1835. Prima del gennaio 1835, e anche per qualche tempo dopo questa data, fu indicata come Pale Ale preparata per l'IndiaIndia AlePale Ale esportazione per l'India ed era principalmente destinata all'esportazione in India per il consumo dei sudditi inglesi. Fu proprio questa necessità di conservazione per lunghi viaggi che portò ad un impiego marcato del luppolo, che contiene sostanze acide antiossidanti. (Wiki).
Lo sviluppo nella selezione di Luppoli di nuova generazione provenienti da America, Australia e Nuova Zelanda ha portato una serie di interessanti possibili sviluppi nel campo dell'arte brassicola. Uno dei molti esempi di birre moderne è senz'altro il lavoro della Nomad Brewing Co. interessante realtà Australiana, con molto d'italiano dentro; ho avuto il piacere di assaggiare due birre della produzione, per altro non vasta, della Nomad, la Sideways Pale Ale e la Jet Leg, un IPA molto interessante. La prima , discretamente amara, con forti aromi luppolosi  risulta molto beverina e smentisce quella credenza che le birre a bassa gradazione siano un po' troppo anonime. La seconda, quella a mio parere più interessante, è una bomba luppolosa che spazza le papille dalla prima all'ultima lasciando i più vari sentori che vanno dal citrico alla frutta tropicale matura. Non facili a trovarsi queste due proposte australiane, ma se vi capita l'occasione non fatevele scappare.....

Sideways Pale Ale


















                                                           
 Jet Leg IPA

Posta un commento